.

Relazione Finale Campi Estivi Siculiana 2011 per il Museo della Memoria



Relazione del Presidente dell’associazione ALT Associazione Leisure and Tourisme 
Stefano Siracusa 
“Campi Estivi Siculiana 2011 … per il Museo della Memoria”

L’associazione ALT ( Associazione Leisure and Tourisme ) perseguendo le proprie finalità statutarie, nell’ambito delle attività e dei laboratori svolti dal 2009 ad oggi ( consultabili sul blog www.altsiculiana.blogspot.com), realizzerà con la collaborazione del Comune di Siculiana il “ Museo della Memoria ”. Quest’ultimo è da intendersi come un proseguimento ed un ulteriore sviluppo della mostra multimediale d’epoca, organizzata da questa associazione, nel dicembre 2010 presso il castello Chiaramonte di Siculiana e denominata “Frammenti di Memoria”. Il Museo della Memoria: vuole essere
innanzitutto un soggetto che produce cultura, e quindi produttore di sviluppo e progresso. Esso può essere inteso come un luogo in cui le memorie personali dei cittadini si inscrivono nella memoria collettiva della comunità. Tale processo implica due fatti importanti: 1) riuscire a far parlare, a larghi strati di popolazione residente a Siculiana, di tematiche importanti e di interesse collettivo; 2) realizzare un luogo fisico della memoria collettiva da utilizzare sia in funzione dell’autocoscienza sociale - necessaria per il progresso culturale della comunità- , sia in funzione dell’incremento dell’attrattività turistica - necessaria per lo sviluppo economico del paese-. Il Museo della memoria che l’associazione ALT intenderà realizzare, presso uno dei locali che l’Amministrazione Comunale metterà a disposizione, seguirà il principio dell’economicità, della fruibilità e della partecipazione del pubblico nella fase di progettazione ed allestimento. Nel rispetto dei suddetti principi, l’associazione si è dotata di uno strumento idoneo allo scopo, che nello specifico si tratta dell’organizzazione di un Campo Estivo per la progettazione partecipata del Museo.


 Il Campo Estivo per la progettazione del Museo della Memoria: ha rappresentato un ottimo strumento per realizzare finalità culturali quali la ricerca sul territorio e la progettazione del Museo. Inoltre ha incrementato le presenze turistiche locali, fornendo un’esperienza formativa ai partecipanti volontari, anche nel segno del divertimento. In altre parole potremmo definirlo una vera e propria vacanza-lavoro per giovani studenti e appassionati di cultura, o anche per individui meno giovani che intendano introdursi in esperienze di vacanza alternative, suggestive ed economiche. Il suddetto campo estivo inoltre, ha promosso il territorio locale con apposite visite guidate, ha fornito esperienze formative ai partecipanti grazie ai laboratori presenti in programma. L’associazione ALT, con grande impegno e spirito di cooperazione e di promozione sociale, ha lavorato affinchè si gettino le basi di uno sviluppo turistico-culturale del Pese. Infatti Tali Campi hanno avuto la finalità sia di far conoscere i luoghi e la cultura locale, sia di far partecipare gli ospiti nella fase di progettazione del Museo della Memoria di Siculiana. Le attività dei campi estivi di Siculiana >>>> prevedevano la partecipazione a scelta ( minimo uno, massimo tre ) di Laboratori didattici. Questi ultimi sono stati tre: 
- Laboratorio di Ricerca Etnografica: 
- Laboratorio per la progettazione partecipata e l'allestimento di percorsi espositivi e museali
 - Laboratorio di lavorazione dell'argilla. 
Oltre ai laboratori, apposite visite guidate nei luoghi di interesse culturale ( Castello Chiaramonte, Chiesa SS: Crocifisso, monumenti ecc) sono state incluse nel programma. Infine escursioni naturalistiche presso la stupenda Riserva Naturale "Torre Salsa" (gestita dal WWF), hanno consentito ai partecipanti dei campi di trascorrere momenti indimenticabili, immersi nella natura, tra spiagge ancora selvagge e un paesaggio davvero unico nel suo genere. Itinerari alternativi sono stati promossi dall’associazione, quali ad esempio la visita alla Valle dei Templi, alla Casa natale di Pirandello, alla Scala dei Turchi e alle spiagge di Siculiana Marina, Giallonardo, Spiaggetta e Pergole. Inoltre numerose escursioni attraverso il patrimonio archeologico locale, come il sito di Serralonga ( considerata ad oggi l’acropoli dell’antica città di Herbesso) sono state effettuate ed inserite nel programma. Il numero dei partecipanti ai Campi dal 25 luglio al 25 agosto sono stati complessivamente 26, distribuiti in tre turni di circa una settimana ciascuno. Da prato a Roma, dalla Puglia alla Sicilia, fino ad arrivare a Marsiglia, i partecipanti ai Campi Estivi, provenienti da luoghi diversi, hanno apportato le proprie esperienze, le proprie conoscenze e la giusta voglia di fare, utili nella fase della progettazione partecipata. Dibattiti, discussioni e idee hanno dato vita all’ipotesi progettuale di un Museo della Memoria che vuole
essere innanzitutto un processo sociale capace di creare un soggetto che produca cultura. Produrre
cultura implica come immediata conseguenza un processo di sviluppo e di progresso per la comunità locale. Un meccanismo virtuoso, quindi, in termini di incremento dell’attrattività turistico-culturale, con il relativo indotto economico che se ne potrebbe derivare per la società in generale.

   
I partecipanti ai Campi Estivi sono stati ospiti presso l’Istituto Comprensivo L. Capuana, nel plesso Don Bosco, quest’ultimo   quest’ultimo adibito ad alloggi. In particolare l’associazione ha trasformato cinque aule scolastiche in alloggi comprensivi di letti, specchi e armadi, ovvero il necessario per un soggiorno confortevole e gradevole. Inoltre grazie al lavoro volontario dei soci sono state ripristinate le docce presenti nella palestra del medesimo istituto. Tutte le toilette utilizzabili della scuola sono state dotate di tavolocce nuove e di rubinetti funzionanti. Lavori di pulizia e di manutenzione sono state effettuate dall’associazione per rendere gradevole la permanenza dei campisti, i quali hanno apprezzato la pulizia e l’accortezza dell’arredo scolastico. Presso la portineria della scuola è stato predisposto, temporaneamente, un frigorifero di proprietà dell’associazione, il quale si rendeva necessario ai fini dell’autorganizzazione delle colazioni dei volontari. Il pranzo e la cena si sono svolti, tutti i giorni dal lunedi al venerdi compreso, presso l’azienda agricola Dinolfo, in contrada Garebici. In questo incantevole posto a due passi dalla riserva naturale Torre Salsa, tra animali da fattoria, ortaggi e frutta di produzione in situ, i campisti si sono prodotti in pranzi e cene autorganizzate all’insegna di un’alimentazione sana e tradizionale. Infine, per coloro i quali non volevano rinunciare alla vita notturna e mondana, l’associazione ha accompagnato i campisti presso le zone della movida agrigentina: San Leone, Sciacca ( durante il Carnevale Estivo ) e altre località del territorio.

Tutti gli spostamenti, le visite guidate e gli accompagnamenti presso la riserva Torre Salsa, le spiagge, la Valle dei Templi e la casa natale di Pirandello, sono stati effettuati dai soci stessi con mezzi propri. Pertanto, dal punto di vista degli organizzatori ( ovvero i soci stessi dell’associazione), in questa esperienza sicuramente molto positiva dal punto di vista umano, si è registrata un'unica nota stonata: la mancanza di un mezzo di trasporto idoneo per l’accompagnamento dei campisti. L’associazione auspica per il futuro una collaborazione con l’Amministrazione Comunale,più proficua in questo senso. A conclusione dei campi, l’associazione ha organizzato in data 27 agosto 2011 il convegno dal titolo “L’Identità e il Museo della Memoria”. Tale convegno ha visto presentare al pubblico i risultati dei laboratori organizzati durante i campi. Nello specifico sono stati affrontati i seguenti argomenti:
 - I Campi Estivi e il Museo della Memoria
-Comunità, patto sociale e Territorio
 - L'Identità
- Le ricerche sul Campo e L'ipotesi progettuale
APPROFONDIMENTO TEMATICO: " Il Garibaldino Giuseppe Basile" con la presentazione, in anteprima, del busto in terra cotta ad egli dedicato.
Sono intervenuti nel Convegno: -Stefano Siracusa, presidente dell'associazione ALT - Associazione Leisure and Tourisme; -Alessandro Catania, Consigliere dell'associazione ALT - Associazione Leisure and Tourisme; -Dott. Giuseppe Basile, pronipote dell'omonimo medico garibaldino; Professor Stefano Bissi -Il Sindaco, dott.ssa Mariella Bruno -Antonella Barone, studiosa ed esperta d’arte e di archeologia -Lino Nocerino, coordinatore del Laboratorio di lavorazione dell’argilla - Umberto Bosco, autore del busto in terra cotta del Garibaldino dotr. Giuseppe Basile - Prof. Stefano Bissi, autore, storico e poesta locale Durante il convegno sono state spiegate ai presenti, le varie sezioni museali e i diversi contenuti che il museo avrà.
Per ciò che concerne l’attuale collezione del nascente Museo della Memoria e dei suoi contenuti, l’associazione ha effettuato, grazie al Laboratorio di Ricerca Etnografica, ricerche sul campo, studi, conservazione e documentazione di:
- tecniche artigianali locali, quali lavorazione dei panara e di li carteddi; la lavorazione della giummarra; il lavoro nelle miniere di zolfo, il lavoro nella tonnara, l’antica azienda vinicola Basile.
- canti, cuntura, filastrocche, poesie e istoriole di natura popolare e popolareggiante.
- materiale fotografico d’epoca.
- materiale video d’epoca.
 - materiale audio popolare.
- oggetti e beni demoetnoantropologici
- documentazione d’archivio, atti pubblici relativi alla storia della famglia Basile e del Medico Garibaldino dott. Giuseppe Basile
- documentazione storica locale Infine, interviste relative alla cultura locale come usi, costumi, feste popolari, rituali e magia popolare sono state effettuate a partire dal 2009 e durante i Campi Estivi.
Un indagine etnografica di notevole interesse che dovrà essere ampliata, anche con il sostegno di tutti i cittadini e degli enti locali. Appendice di tale indagine etnografica è il “Laboratorio sperimentale di Antropologia” che l’associazione ALT ha istituito con Delibera del Consiglio Direttivo n° 11 del 02/09/2011. Tale laboratorio è da intendersi come una forma di sperimentazione e recupero di tecniche produttive e artigianali tradizionali, le quali tecniche verranno rifunzionalizzate in chiave moderna, ovvero la ri-attivazione di nuovi sistemi produttivi locali che abbia come presupposto il recupero del know-how tradizionale. Scopo ultimo di tale laboratorio sarà l’immissione sul mercato di nuovi prodotti locali, con la creazione anche di marchi e consorzi di natura agricola, artigianale e turistica . Il Laboratorio Sperimentale di antropologia, il laboratorio di ricerca etnografica, il laboratorio di progettazione e di ceramica, saranno da intendersi come strutture interne al nascente Museo della Memoria. Inteso in questo senso, il Museo della Memoria viene concepito come un soggetto che per mestiere produce cultura. In quanto soggetto produttore di cultura esso creerà eventi, incentiverà la produzione locale, incentiverà la costruzione identitaria del territorio e delle sue genti. In altre parole un museo al servizio dello sviluppo e del progresso umano. Relativamente al laboratorio di progettazione di percorsi espositivi e museali, l’associazione ha realizzato nel corso degli anni e dei campi estivi: - schizzi, disegni e planimetrie relative a varie ipotesi museali - elaborati cartografici riguardanti la suddivisione del museo in 7 aree tematiche o sezioni museali - cartografie e rielaborazioni cartografiche del territorio Ultimo laboratorio presente nel programma dei campi estivi, è stato il laboratorio di lavorazione dell’argilla. Quest’ultimo ha dato la possibilità ai partecipanti, di apprendere le tecniche di base della lavorazione dell’argilla. Importanza è stata data al ricordo e alla rappresentazione di ceramiche preistoriche locali come quella Castellucciana, databile al 1800-1400 a.C . Altre produzioni ceramiche sono state realizzate, anche con altre tecniche, lasciando libertà dì espressione artistica ai partecipanti. Attualmente l’associazione conserva diversi manufatti in argilla, in attesa di cottura. Molti di questi sono stati utilizzati però, come ricordo di viaggio dei campisti: le terrecotte sono diventate dei souvenir fai-da-te, nel senso che gli stessi che hanno realizzato il souvenir sono gli stessi che se lo portano via. Così facendo il Souvenir è diventato il ricordo indelebile di un’esperienza di vita sostenibile e formativa. L’associazione pertanto ha messo a disposizione dei campisti e dei volontari locali, tutto il materiale necessario: stecche, mirette, matarelli, argilla, contenitori e tutto l’occorrente. A conclusione del Laboratorio, il dott. Umberto Bosco ha realizzato un busto in terra cotta, di colore rosso e dell’altezza di circa 40 cm, riproducente il “Garibaldino” Giuseppe Basile. Giuseppe Basile fu il medico e chirurgo di Garibaldi, appartenete alla vecchia massoneria col grado dei 33. Siculianese e uomo di grande spessore politico oltre che professionale, che molto fece per la patria e per i posteri. 







La struttura organizzativa e le funzioni:

 Ideatore e Responsabile del progetto: Il Presidente dell’associazione ALT Stefano Siracusa
 Responsabili Accoglienza al pubblico e Visite Guidate: Stefano Siracusa, Alessandro Catania, Giorgia Nocerino, Salvatore Piscopo, Sofia Sanfilippo, Antonino Dinolfo. 
Coordinatori dei Laboratori: -Stefano Siracusa > Laboratorio di Ricerca Etnografica; - Alessandro Catania> Laboratorio di progettazione di percorsi espositivi e museali; - Lino Nocerino> che ha concluso il Laboratorio di lavorazione dell’Argilla.
 Responsabili dell’organizzazione e della qualità del vitto ( colazioni, pranzi, cene autorganizzate per i campi : Antonino Dinolfo, Giorgia Nocerino. 
Collaboratori permanenti del progetto: Salvatore Piscopo e Sofia Sanfilippo. 

Promotori e Collaborazioni con enti e professionisti: Promotori del progetto: ALT – Associazione Leisure and Tourisme, Comune di Siculiana/Ass. alla Cultura 
Patrocinio gratuito: Assessorato Regione Sicilia all’Istruzione e alla formazione professionale Collaborazione volontaria Professionisti: dott. Ing. Alfonso Farruggia, Ricercatore presso il Dipartimento di Ingegneria Informatica dell’Università degli Studi di Palermo .
Collaborazione con altre associazioni locali: L’associazione Siculiana On Line e il relativo sito internet www.siculiana.net, l’associazione Pro Loco Siculiana/sportello informazione Turistica. 
Altri collaboratori saltuari e volontari: Gerlando Colletto, Gerlando Sinaguglia, Rosaria Costa, Martina Indelicato, Elena Randone, Isabella Rossetti. 

Convenzioni e Accordi per servizi turistici,culturali e ristorativi che l’associazione ALT ha stipulato: 
Servizi turistici: -WWF Siculiana per l’organizzazione delle visite guidate dei campisti presso la Riserva Torre Salsa; -Pro Loco Siculiana/Sportello informazione turistica per l’organizzazione delle visite guidate presso il Castello Chiaramonte, il Santuario del SS. Crocifisso e il Centro storico di Siculiana; - Castello Chiaramonte Siculiana per la stipula di una convenzione annuale, relativa alla riduzione del costo del biglietto d’entrata per il medesimo Castello. A seguito di tale convenzione si è riusciti ad avere la seguente riduzione del biglietto d’ingresso: da 5,00 euro a 3,00 euro, per una riduzione pari a 2,00 euro per ciascuna persona che l’associazione ALT ha accompagnato o accompagnerà in futuro.
 Servizi ristorativi: - Ristorante Scacciapensieri: menu turistico - Ristorante-Pizzeria LIOLA’: menu turistico A seguito di tali accordi, convenzioni e collaborazioni , l’associazione ALT è stata in grado di predisporre un’offerta turistica ben organizzata, vicina alle esigenze e alle aspettative dei volontari dei campi estivi. Natura, cultura e divertimento, sono state queste le parole chiavi di tale esperienza, unica nel suo genere, per spirito di cooperazione e di sostenibilità: un turismo responsabile e costruttivo. In altre parole, un turismo che ha avuto ed ha per obiettivo, sia a far conoscere agli altri l’intero patrimonio naturale e culturale, sia incentivare questi stessi turisti verso una progettazione partecipata del territorio locale. 

Modalita di promozione dei Campi Estivi Il progetto dei campi estivi è stato promosso in misura maggiore su internet. In particolare è stato creato, dal Presidente Stefano Siracusa, il blog www.sviluppocultura.com il quale si è rivelato un ottimo strumento per la raccolta delle iscrizioni dei partecipanti ai campi. Attività di web-marketing, di marketing del volantinaggio e marketing del passaparola sono state svolte, entro i limiti dettati dalle esigue risorse economiche messe a disposizione dell’associazione.
 Il Presidente dell’Associazione ALT 
 ( Associazione Leisure and Tourisme) 
                                                                                                   STEFANO SIRACUSA
Relazione approvata dal 
Consiglio Direttivo con 
Delibera N° 11 del 02/09/2011

0 commenti




  Calendario giornaliero delle attività dei Campi Estivi Siculiana




E' possibile partecipare ad uno più turni tra quelli indicati di seguito

1° Turno: arrivo al campo il 18 luglio - partenza il 25 luglio

2° Turno: arrivo al campo il 25 luglio - partenza il 1 agosto

3° Turno: arrivo al campo il 1 agosto - partenza il 8 agosto

4° Turno: arrivo al campo il 24 agosto - partenza il 31 agosto

N.B. Il numero dei partecipanti per ciascun turno varia da un minimo di 2 ad un massimo di 14. In caso di mancato raggiungimento del numero minimo il turno non verrà attivato.



Reportage Audio: Campi Estivi Siculiana

Condividi

 
© Sviluppo Cultura
Designed by Blog Thiết Kế
Back to top